Ti trovi in

Il nostro programma

Politiche per la famiglia e il sostegno ai ceti più deboli

  • Occorrono politiche mirate di sostegno agli anziani, sia di socializzazione, che di supporto ed assistenza ai loro bisogni ordinari e straordinari.
  • Occorre rilanciare le politiche della casa, attraverso la nuova edificazione di alloggi di edilizia pubblica, economica e popolare ex legge 167, per agevolare le famiglie disagiate, favorendo la costituzione di cooperative edilizie, prevedendo concrete agevolazioni fiscali nonché la concessione da parte dei comuni del suolo pubblico da destinare ai cittadini bisognosi.
  • Occorrono politiche di sostegno al reddito ed in particolar modo, ai ceti socialmente più deboli con figli minori a carico.
  • Occorrono politiche mirate a favorire la costruzione di nuovi impianti sportivi e la creazione di centri ricreativi, che favoriscano la socializzazione, nonché la ristrutturazione e la messa a norma degli impianti sportivi esistenti.

Sicurezza, giustizia e legalità

  • Occorre favorire un vero potenziamento del controllo capillare del territorio, con il rafforzamento degli uomini e dei mezzi delle Forze dell’Ordine, sia nei centri urbani che nelle aree metropolitane e nelle varie province italiane, nonché nelle aree periferiche delle città, attraverso un più efficace e reale coordinamento delle Forze di Polizia.
  • Occorre favorire l’attuazione di un piano di cooperazione internazionale, con accordi mirati tra stati, affinché i cittadini stranieri detenuti in Italia vengano rimpatriati nei loro paesi d’origine, a scontare la pena residua per condanne che vengono loro inflitte per reati commessi nel nostro Paese.
  • Occorrono politiche mirate a favorire lo snellimento dei processi, riducendo drasticamente i tempi di attesa ed una reale applicazione della certezza della pena.
  • Occorre favorire l’attuazione di un serio piano di recupero dei detenuti, autori di reati minori, finalizzato al mantenimento del decoro urbano, impiegando gli stessi in lavori socialmente utili, quali: la pulizia e la manutenzione delle strade, il recupero delle pareti degli edifici pubblici imbrattate ed il mantenimento del verde pubblico.

Istruzione e formazione

  • Occorre favorire lo sviluppo dell’istruzione a tutti i livelli, per un reale inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, individuando poli scolastico-formativi e culturali di indirizzo e di eccellenza, mirati all’innovazione, in funzione della domanda di mercato per un serio sviluppo produttivo del nostro Paese.

Occupazione

  • Occorre favorire una politica di sviluppo dell’occupazione giovanile, avviando processi produttivi, mirati all’inserimento nelle attività lavorative creando nuovi posti di lavoro. In merito, bisogna garantire ai giovani un percorso formativo e professionale dignitoso, che li porti al raggiungimento di un’occupazione stabile, che consenta agli stessi di crearsi un nucleo familiare e di accedere più agevolmente al credito, sia per l’acquisto della prima casa, che per creare impresa.
  • Occorre, inoltre, favorire l’occupazione di chi è stato espulso precocemente dal mondo del lavoro, ricollocandolo nel sistema produttivo, favorendo processi di conversione lavorativa attraverso strumenti di garanzia del reddito che salvaguardino le legittime aspettative economiche.

Immigrazione ed integrazione

  • Occorrono politiche mirate a regolamentare meglio l’ingresso in Italia dei migranti, attraverso accordi internazionali, finalizzati all’inserimento nel mondo produttivo e consentire loro una reale integrazione sociale nel nostro Paese. Inoltre, è necessaria una politica volta ad un più efficace controllo dei flussi migratori in arrivo, concordata con i paesi di origine, creando dei piani di sviluppo nei luoghi di provenienza, volti a disincentivare le partenze verso l’Europa. Occorre infine, garantire legalità e sicurezza in tutto il territorio nazionale, applicando la normativa vigente, affinché, chi accede in Italia clandestinamente venga rimpatriato tempestivamente nei paesi d’origine, nell’ottica di accordi di collaborazione bilaterale tra stati.

Ambiente e mobilità

Ambiente

  • Occorre una politica finalizzata a salvaguardare l’ambiente, con azioni preventive e di recupero delle aree degradate ed inquinate; proponendo anche la progettazione di un sistema di parcheggi nelle periferie urbane, per decongestionare il traffico e favorire il trasporto pubblico su ferro, al fine di ridurre drasticamente l’inquinamento acustico ed atmosferico nelle città, che li rendono invivibili e nocive per la salute dei cittadini.

Trasporto pubblico

  • Occorre favorire politiche mirate alla creazione di un sistema di trasporto pubblico moderno, integrato ed interconnesso, per renderlo più efficiente, sia in termini di tempi di percorrenza, che nella copertura del servizio su tutto il territorio. Occorre, inoltre, progettare nella Capitale una nuova linea metropolitana in superficie, parallela al grande raccordo anulare (GRA), per consentire ai cittadini-utenti di fruire di un più efficiente servizio di trasporto pubblico ferro tranviario nell’area metropolitana di Roma Capitale.